Home / Web Reputation / Diritto oblio google modulo

Diritto oblio google modulo

I sistemi di comunicazione odierni, pretendono, ormai, il corretto uso di internet e soprattutto la gestione dei propri dati personali on-line.

Di sovente, accade che l’utente incontri delle difficoltà inerenti alla tutela della propria web reputation che, come dice il nome, attiene alla reputazione ed all’immagine che il soggetto “detiene” su internet.

Può accadere, infatti, che, inserendo i dati di un soggetto sulla barra di ricerca di Google, di venire indirizzati ad un quotidiano di informazione on-line, che diffonde delle notizie particolarmente lesive della web reputation dell’imprenditore (quali ad esempio quelle di aver riportato delle condanne penali venti anni fa) ovvero associarlo a contesti illeciti immorali ( quali ad esempio la diffusione di filmati pornografici), comunque tali da minare la credibilità professionale e personale dell’imprenditore.

Diritto Oblio Google Modulo

diritto oblio google modulo

Grazie all’istituto del diritto all’oblìo, un soggetto può pretendere che Google cancelli i suoi dati ed i contenuti che hanno pregiudicato notevolmente la sua web reputation.

Questa operazione viene esercitata attraverso la compilazione di un modulo offerto da Google agli utenti che ritengono di vantare il diritto all’oblio e la conseguente rimozione, da parte dello stesso motore di ricerca Google, dei link ritenuti lesivi della web reputation.

Sebbene, infatti, il corposo uso di internet e l’avvento dei social net work abbiano incrementato la possibilità di promuovere e diffondere il proprio lavoro, per altro verso si è di sovente rivelato un boomerang dalle conseguenze pregiudizievoli e lesive della web reputation.

In questa situazione delicata, l’imprenditore di sovente perde i clienti più importanti nonché il supporto di validi collaboratori, la cui preoccupazione è quella di assumere le distanze da un soggetto ritenuto non più credibile alla collettività.

Nel prossimo paragrafo, si illustrerà la possibilità di ovviare al danno, attraverso l’istituto del diritto all’oblio e l’utilizzo del modulo offerto da Google per richiedere la rimozione dei link pregiudizievoli.

DIRITTO ALL’OBLIO E PROCEDURA PER RICHIEDERE LA RIMOZIONE DEI DATI

Il diritto all’oblio è un diritto di creazione giurisprudenziale, che trova la fonte nella famosa sentenza della Corte di Giustizia UE del 2014, con la quale si è condannato Google alla deindicizzazione di diversi siti dai contenuti lesivi della web reputation di una persona fisica e giuridica europea.

L’Italia, seguendo le orme della indicata Corte di  Giustizia, ha riconosciuto il diritto all’oblio in alcune recenti sentenze, fino ad arrivare in Cassazione, ove il diritto all’oblio è stato consacrato come diritto dell’individuo ad essere dimenticato, al fine di salvaguardare il riserbo imposto dal tempo ad una notizia già resa di dominio pubblico e non più utile.

Queste sentenze sono importanti poiché in assenza di normativa, il soggetto leso aveva un’unica alternativa, cioè quella di rivolgersi al webmaster,  cioè l’autore del sito “incriminato, richiedendo la cancellazione degli articoli dallo stesso pubblicati.

Il web master, tuttavia, può decidere in autonomia ed, in assenza di obblighi, potrebbe mantenere la pubblicazione dell’articolo incriminato.

Occorre, a questo punto rivolgersi a Google che, in risposta alle sentenza della Corte del 2014, ha predisposto un modulo on-line, a mezzo del quale il soggetto può richiedere la rimozione dei link ritenuti nocivi.

Quindi, l’utente, dopo aver selezionato il proprio Paese dall’ elenco di quelli dell’UE, coinvolti dalla sentenza del 2014, inserisce i propri dati anagrafici, la mail di contatto e le motivazioni per le quali si intende ottenere il diritto all’oblio.

E, tuttavia, estremamente difficile ottenere la cancellazione tanto desiderata poichè Google si impegna  a valutare la richiesta, cercando di bilanciare i diritti sulla privacy della persona con il diritto in capo alla collettività di conoscere le informazioni.

Ciò significa che, mentre a parere dell’imprenditore, un articolo on-line è lesivo della sua web reputation, ad avviso di Google, invece, è degno di diffusione nell’interesse dell’utente e per il diritto all’informazione.

Inoltre, Google s’impegna a valutare la richiesta in un arco di tempo che va dalla 24 alle 72 ore ma l’ esperienza ci dimostra che questo termine raramente viene rispettato, lasciando il soggetto invaso da link, commenti ed articoli inficianti la sua web reputation.

Di fatto, pertanto, questa operazione offerta da Google attraverso il modulo ove richiedere al cancellazione dei link nocivi, si rivela infruttuosa e priva dell’effetto tanto desiderato.

A questo punto, occorre agire subito e d’astuzia, utilizzando il potente sistema di marketing che ti offriamo per ricostruire la propria web reputation, capovolgendo la situazione a proprio vantaggio ed a prescindere dal diritto all’oblio.

Nel prossimo paragrafo,  ti verrà indicato il sistema più efficace e veloce per ricostruire la propria immagine sul web.

Ma abbiamo una soluzione migliore…

IL VANTAGGIO IMMEDIATO OFFERTO DA SEOMILITIA

Seomilitia è un pacchetto ideato e predisposto per ricostruire la web reputation dell’individuo , attraverso un sistema che ha soddisfatto molti imprenditori clienti che ne hanno usufruito. Il pacchetto proposto, contiene una serie di articoli inneggianti alla tua professione ed alla tua persona, articoli che saranno diffusi in tempi celerissimi dai nostri esperti, su varie piattaforme e siti di nostra creazione.

Ogni articolo, sostanzialmente, valorizza in toto la tua immagine ovvero la tua professione, chiarisce il senso di polemiche che sono generate a tuo sfavore sul web, comunica i valori che rendono il tuo lavoro appetibile ai clienti che ne vogliono usufruire.

Di fatto, non si cancellano i tuoi dati ma si diffondono, ad effetto valanga, molti articoli che ti valorizzano e ti rendono credibile alla collettività ed in particolare ai numerosi utenti del web. Ecco che quindi, attraverso quest’onda positiva di marketing offerta e garantita da seomilitia, che la tua immagine professionale verrà ripulita e liberata da ogni macchia.

Occorre considerare infatti che le tecniche seo da noi utilizzate, permetteranno di associare il tuo nome agli articoli positivi per te compresi nel pacchetto seomilitia.n pratica, l’utente che vorrà effettuare delle ricerche sul tuo conto, dopo aver inserito i tuoi dati sulla finestra di ricerca, visualizzerà gli articoli da noi pensati per te e compresi nel pacchetto seomilitia.

Il risultato è ovvio: tanti utenti si troveranno a leggere una marea di articoli positivi per la tua web reputation e quelli per i quali avevi richiesto la cancellazione resteranno in ombra e nel dimenticatoio.

Per maggiori informazioni sulle campagne SeoMilitia™, visita questa pagina: SeoMilitia™ Dettagli

Contattaci

Per maggiori informazioni e per una consulenza gratuita su come ottenere il rispetto del tuo diritto all’oblio e quindi all’eliminazione delle notizie dannose, non esitare a contattarci telefonicamente:

contattaci

Iscriviti Gratis Alla Newsletter!

Ti interessa questo argomento? Iscrivendoti GRATIS alla nostra Newsletter, riceverai tutti gli ultimi aggiornamenti, guide riservate, offerte, promozioni e sconti.

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

Riguardo a Vincenzo

Guarda Anche

web reputation analisi

Web Reputation Analisi

Stai cercando un’azienda che possa farti un‘analisi sulla tua web reputation e possa dirti come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi